Anime in Movimento

La costellazione familiare e la trasformazione delle credenze limitanti.

La costellazione familiare è uno strumento che aiuta a rivelare e sciogliere le dinamiche disfunzionali nascoste nel nostro subconscio e che, in gran parte, abbiamo assorbito dalla nostra famiglia (inclusi gli antenati). Queste dinamiche rappresentano la risultante comportamentale del sistema di credenze a cui ha aderito chi ci ha preceduti e che noi abbiamo ereditato. Dinamiche che funzionano per noi come una mappa attraverso la quale interpretiamo il territorio cioè le esperienze che viviamo e ci muoviamo nel nostro cammino in questa esperienza terrena. Questa mappa condiziona il nostro sentire e agire, le nostre scelte, le relazioni, tutta la nostra vita spesso impedendoci di vivere serenamente e realizzarci pienamente.

La costellazione è una rappresentazione che agisce, a livello semplice ma profondo, nell’immaginario subconscio attraverso dei rappresentanti. Saranno loro a portare alla luce le dinamiche che a loro volta rivelano la mappa: il sistema di credenze. E’ un’opportunità molto preziosa per assistere coscientemente al film d’epoca che noi, senza saperlo, continuiamo a proiettare in una stanza in cui però non accediamo, ma i cui suoni e rumori, le battute dei personaggi arrivano costantemente a noi, influenzandoci nel nostro oggi. Abbiamo l’opportunità di vedere e prendere atto di come, senza volerlo, diventiamo attori al seguito di registi che a loro volta si credono attori di altri registi.

Un altro esempio: immaginiamo di muoverci per le strade della vita usando una mappa.
Questa mappa è del tutto personale e, sebbene le strade principali, le autostrade, siano pressoché uguali per tutti, le vie e i vicoli più piccoli sono invece diversi per ciascuno di noi.
Solo che non lo sappiamo, pensiamo di avere la stessa mappa che hanno gli altri.
Non solo. Spesso la mappa che usiamo non è aggiornata. Niente di più facile, in questo modo, che non trovare la strada giusta per noi, oppure che ci perdiamo del tutto.
Il fatto è che la mappa che abbiamo è stata compilata da altri che hanno percorso quel territorio prima di noi e ci è stata consegnata alla nascita. Se proviamo a cambiare strada, nonostante lo sforzo e l’impegno le resistenze che sentiamo ci riconducono alla mappa originaria. Ciò non significa che dobbiamo buttarla via, ma che abbiamo la possibilità e il pieno diritto di fare l’aggiornamento e di inserire nuove vie o mète diverse e più funzionali all’espressione
del nostro potenziale e finalmente manifestare noi stessI.

Per fare questo, prima di tutto è necessario comprendere che i responsabili della nostra vita, del percorso che facciamo, siamo noi e che abbiamo il diritto, la possibilità e il potere di essere i creatori della mappa e in quanto tali, disegnarla e aggiornarla per qualsiasi territorio vogliamo esplorare in qualsiasi momento.

In questa direzione, le costellazioni unite al lavoro sulla trasformazione delle credenze sono due strumenti potenti efficaci e veloci per aggiornare la nostra mappa personale, sia che vengano eseguite in sessioni individuali che in gruppo. La via del gruppo è senza dubbio impattante, perché mette a disposizione tutta una gamma di interazioni in un “qui ed ora” che è oltre il tempo e lo spazio, oltre la dimensione duale io-te, giusto-sbagliato, vero-non vero. Le sessioni individuali, dal canto loro, pur mantenendo il piano di interazione nella multidimensionalità, rendono possibile una presa di coscienza e un lavoro più intimo, ma non per questo meno significativo, con un ritmo che è solo nostro.

In entrambi i casi, in questo qui e ora emergono le dinamiche che chiedono di essere viste e ci chiedono di interagire.
Sì, ci chiedono di interagire perché tutto il sistema familiare non vede l’ora di collaborare con noi!

InTe – Barbara Gentili Counseling Integrato

contatti:

348 8736164

facebook

sempliciba@gmail.com